Stampa questa pagina

Giardino Terapeutico per malati di Alzheimer

Progetto della Dottoressa Agronomo Elisabetta Fermani, realizzato da Floema su un estensione di circa 1000 mq.
Attivo già dal 2010 il giardino è stato pensato e realizzato come “area verde terapeutica” con la funzione di supporto nel controllo di quei disturbi come l’agitazione e la deambulazione incontrollata legati alla malattia stessa. L’obbiettivo di questo progetto è stato quello di provare a ricreare luoghi familiari alla memoria dell’anziano, quali ad esempio il giardino dei fiori, l’orto e il piccolo frutteto.
All’interno del giardino si trova un percorso sinuoso anulare e senza costrizioni, che consente all’anziano di muoversi in piena sicurezza su una pavimentazione in gomma anti trauma. L’anziano ha la possibilità di muoversi in piena sicurezza, di mantenere al meglio il suo relativo grado di autonomia senza subire costrizioni. Il percorso circolare ha lo scopo di ridurre l’ansia provocata dalla mancanza di punti di riferimento, garantisce inoltre uno spazio sicuro di wanderng con un corrimano ed in assenza di ostacoli. Gli orti sono rialzati, realizzati cioè su strutture metalliche che consentono la lavorazione del terreno senza che l’anziano debba chinarsi a terra ma mantenendosi in posizione eretta o seduto se in carrozzina.
L’area verde oltre ad agire sul tono dell’umore consente anche di fare esercizio fisico. La coltivazione degli orti, la raccolta della frutta stimolano gli organi di senso suscitando nell’anziano la memoria di un passato.
Al centro del giardino è stato posizionato un grande gazebo per le attività al coperto ed al riparo dal sole.